The translation of this page is in the process of being revised.
For the most recent information please see the English version of the page.

About IFP e qualifiche transfrontaliere

L’istruzione e la formazione professionale (IFP), che opera tradizionalmente in un contesto nazionale, si sta sviluppando sempre più in risposta alle esigenze europee e globali. È stata data priorità allo sviluppo e all’attuazione di quadri delle qualifiche a livello nazionale, europeo e internazionale, contribuendo così a una maggiore cooperazione tra Paesi e regioni. Le qualifiche possono essere rilasciate anche da enti e organizzazioni internazionali, a testimonianza dell’internazionalizzazione delle tecnologie e dei mercati del lavoro. Il Cedefop e l’ETF collaborano con l’UNESCO e l’Istituto UNESCO per l’apprendimento permanente per monitorare gli sviluppi del quadro nazionale delle qualifiche (NQF) e dell’RQF a livello globale.

Fin dalle prime fasi di sviluppo, il Cedefop ha sostenuto lo sviluppo e l’attuazione degli strumenti e dei principi dell’UE per la trasparenza e il riconoscimento delle qualifiche, promuovendo la cooperazione tra i sistemi nazionali di IFP e la mobilità di discenti e candidati. In particolare, il Cedefop sostiene l’attuazione del quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente e gli sviluppi nell’ambito della convalida dell’apprendimento non formale e informale; sostiene inoltre il lavoro sul quadro europeo di riferimento per la garanzia della qualità dell’istruzione e della formazione professionale (EQAVET), in linea con la raccomandazione del Consiglio sull’IFP. Sulla base delle sfide affrontate nell’attuazione del sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET), il Cedefop attribuisce particolare importanza al lavoro di sostegno al trasferimento dell’apprendimento attraverso i confini istituzionali, settoriali e nazionali. Gli strumenti e i principi dell’UE sono concepiti per aiutare le persone a progredire nell’istruzione e nella formazione a qualsiasi età, a cambiare carriera o a trasferirsi all’estero per motivi di lavoro o di aggiornamento; rafforzare la loro sinergia e coerenza è un’alta priorità per il Cedefop. Ciò avviene promuovendo a livello nazionale ed europeo l’uso del principio dei risultati di apprendimento, che collega la maggior parte di questi strumenti.

Il Cedefop contribuisce allo sviluppo di ESCO (la terminologia europea su abilità, competenze, qualifiche e occupazioni), che può aiutare a collegare il mercato del lavoro all’istruzione e alla formazione. L’Agenzia segue anche gli sviluppi relativi al nuovo Piattaforma Europass, che riunisce informazioni su competenze, qualifiche, apprendimento e opportunità di lavoro, con l’obiettivo di supportare gli individui nella gestione e nella pianificazione del loro apprendimento e della loro carriera in tutta Europa. È in questo quadro che il Cedefop sostiene il lavoro sull’agenda per le competenze per l’Europa 2020 della Commissione europea.